Blog

Al Bastione di Parsano a Sorrento l’anteprima del libro sui Valloni di AriaNuova

Venerdì 9 agosto  2019 l’associazione AriaNuova Piano di Sorrento è stata ospite della rassegna “Estate culturale 2019 al Bastione di Parsano” promossa dal Centro Studi e Ricerche “B. Capasso”, dalla Città di Sorrento e Peninsula Felix Giovani.

Introdotta dal Prof. Enzo Puglia, Presidente del Centro “B. Capasso” e dal Presidente di Aria Nuova Michele Guglielmo, l’Architetto Milena Parlato ha esposto ricerche, studi e progetti sul tema “I Valloni della Penisola sorrentina: da luogo di vita a frammento indeciso e paesaggio dimenticato“.

L’evento al Bastione di Parsano è stato inoltre una giusta occasione per l’anteprima del libro “I Valloni della Penisola Sorrentina” che raccoglie documenti, interventi e progetti tratti dal Convegno sul tema svolto lo scorso ottobre.

Il LIBRO è disponibile già presso la libreria Tasso di Sorrento e le librerie Mondadori e L’Indice di Piano di Sorrento. È inoltre ordinabile in tutte le librerie con il seguente codice ISBN: 979-12-200-5164-4

Seguici anche su Facebook e Instagram

Convegno sulla mobilità: il servizio in RAI

Il Convegno “Governo della mobilità e dei trasporti in penisola sorrentina. Gli scenari possibili” promosso dall’associazione Aria Nuova Piano di Sorrento è stato protagonista sulle reti RAI in data 12 giugno 2019

Di seguito il servizio dedicato su TG Regione Campania delle ore 19:30

Seguici anche su Facebook e Instagram

«Vogliamo un’authority del traffico in penisola sorrentina». AriaNuova, Regione Campania e Ordini professionali insieme nel Convegno a Villa Fondi

Sabato 8 giugno a Villa Fondi si è svolto il Convegno “Governo della mobilità e dei trasporti in penisola sorrentina. Gli scenari possibili” promosso dall’associazione Aria Nuova Piano di Sorrento e patrocinato dai Comuni della costiera, da Vico Equense a Massa Lubrense. Focus tematici, strumenti e soluzioni sono arrivati proprio dagli addetti ai lavori. Coinvolti in prima persona, infatti, l’Ordine degli Architetti pianificatori, paesaggisti e conservatori di Napoli e Provincia, l’Ordine degli Ingegneri di Napoli e Provincia, insieme all’associazione Ingegneri Penisola sorrentina, e il Collegio dei Geometri e dei Geometri laureati di Napoli e Provincia, istituzioni di categoria che, oltre a patrocinare l’evento, hanno individuato l’evento come giornata di formazione utile al rilascio dei crediti di professione.

Michele Guglielmo, Presidente ass. AriaNuova Piano di Sorrento

«Non è più possibile immaginare opere infrastrutturali decontestualizzate rispetto alla conformazione del territorio e alle sue criticità. Bisogna pianificare e agire a livello comprensoriale. Vogliamo che si costituisca un’authority del traffico in penisola e che si inizi a parlare concretamente di Unione dei Comuni»: così Michele Guglielmo, Presidente dell’associazione Aria Nuova, riassume la finalità del Convegno.

Dalle 9:00 alle 14:00 nella panoramica villa di Piano di Sorrento si sono dunque confrontate personalità del settore e amministratori. I saluti istituzionali sono stati affidati a Michele Guglielmo in rappresentanza dell’associazione promotrice; all’Ing. Andrea Prota, Segretario dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli e Provincia; all’Arch. Stefania Porcelli, Vicepresidente dell’Ordine degli Architetti di Napoli e Provincia; al Geom. Gennaro Amitrano, Consigliere del Collegio dei Geometri di Napoli; all’Ing. Antonio Pollio, Segretario AIPS; e al Dott. Vincenzo Iaccarino, Sindaco del Comune Piano di Sorrento che ha ospitato e patrocinato moralmente la manifestazione. Presenti inoltre il Sindaco di Vico Equense Andrea Buonocore e l’Assessore all’urbanistica di Sorrento Emilio Moretti.

«Affrontare il tema della mobilità in penisola sorrentina significa affrontare uno dei nervi scoperti delle politiche territoriali dell’area, un tema ritenuto tra i più delicati per determinare la qualità della vita di un ambito di grande attrattività, apparentemente omogeneo per caratteristiche sociali, urbane, produttive ed ambientali ma estremamente frammentato e disomogeneo negli strumenti amministrativi e di governo del territorio»: così l’Architetto Alessandro Gebbia, Dottore di ricerca in Urbanistica e Pianificazione Territoriale, ha introdotto i relatori del Convegno.

Hanno preso infatti la parola il Prof. Arch. Michelangelo Russo, Direttore del Dipartimento di Architettura DiARC, Università degli Studi di Napoli Federico II sul tema “Muoversi nel paesaggio: per una nuova qualità dello spazio urbano”; il Prof. Ing. Armando Cartenì, Dipartimento di Ingegneria, Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli su “Politiche di mobilità sostenibile per la penisola sorrentina”; l’Ing. Domenico Salierno, Vice Coordinatore Commissione trasporti Ordine Ingg. Provincia di Napoli su “Criticità della mobilità in penisola sorrentina, il contributo dell’Ordine Ingg. Provincia di Napoli”; il referente Acamir Ciro Marciano delegato dall’Arch. Giuseppe Grimaldi, Direttore Generale ACaMIR, Agenzia Campana Mobilità Infrastrutture e Reti su “Programma di interventi di mobilità sostenibile nelle costiere amalfitana e sorrentina”; e l’Ing. Andrea De Maio, Consigliere AIPS per gli ingegneri di Napoli e Provincia, su “Mobilità in penisola sorrentina: strumenti di pianificazione e loro grado di attuazione”.

Spartiacque tra gli interventi è stata l’Arch. junior Cristiana Gargiulo, laureanda in architettura magistrale al Politecnico di Milano, con il suo focus sull’Analisi integrata dei piani vigenti. Le conclusioni sono state invece affidate al Prof. Arch. Bruno Discepolo, Assessore all’Urbanistica e al Governo del Territorio della Regione Campania.

Seguici anche su Facebook e Instagram

Primo soccorso e manovre salvavita: gli studenti incontrano il cardiologo Costantino Astarita con AriaNuova

Continua il progetto didattico dell’associazione Aria Nuova Piano di Sorrento, programma triennale multidisciplinare riservato agli studenti della penisola sorrentina con l’intento di sensibilizzare su temi d’attualità cruciali come la tutela dell’ambiente, il turismo sostenibile e la qualità della vita in costiera.

Guidati dal cardiologo Costantino Astarita, direttore del centro operativo dell’ospedale di Sorrento, i ragazzi del Liceo classico, linguistico e delle scienze umane Publio Virgilio Marone di Meta hanno approfondito i fattori di rischio cardiovascolari e le procedure della rianimazione cardiopolmonare. «È importante formare giovani informati e consapevoli – spiega il presidente dell’associazione Aria Nuova Michele Guglielmo – e la salute rientra a pieno titolo nei parametri di vivibilità di un territorio». L’incontro si è svolto in due momenti, uno teorico e l’altro pratico. Durante le dimostrazioni delle manovre di disostruzione e di pronto soccorso i giovani si sono mostrati estremamente interessati e attenti all’argomento proposto.

Seguici anche su Facebook e Instagram

«Global warming nel Mediterraneo: rischiamo la catastrofe». Le scuole incontrano l’oceanografo Giancarlo Spezie

Continua il progetto didattico dell’associazione Aria Nuova Piano di Sorrento. Con gli studenti della penisola sorrentina è stato affrontato stavolta il tema dei cambiamenti climatici e il relativo impatto sul Mediterraneo. A guidare nel focus scientifico, presso la biblioteca del Liceo classico, linguistico e delle scienze umane P. V. Marone, l’oceanografo e professore emerito dell’Università Parthenope di Napoli Giancarlo Spezie.

Prof. Giancarlo Spezie al Liceo P. V. Marone di Meta

«Il Mediterraneo è il mare più bello, vivo e ricco, ma allo stesso tempo uno dei più sensibili all’effetto serra – spiega l’esperto – È sostanzialmente un enorme lago e le correnti che provengono dallo stretto di Gibilterra non bastano a stabilizzare le temperature anomale».

Passando in rassegna l’evoluzione dei sintomi del global warming, il professor Spezie ha poi affrontato il fenomeno della tropicalizzazione che ha interessato inevitabilmente il Mediterraneo e l’intero globo terrestre: «Le prime segnalazioni del cambiamento climatico le abbiamo avute proprio a mare, ma non sono state prese sul serio né da enti, né da autorità né da istituzioni. Il pericolo più grave non è il disastro improvviso o l’aumento graduale delle temperature, ma una catastrofe lenta, frutto di anomalie nel sistema. Solo in tempi recenti la popolazione è divenuta più sensibile e attenta all’argomento, anche grazie alle manifestazioni dei giovani».

Sull’esempio della piccola Greta, quindicenne svedese salita agli onori della cronaca recentemente per il suo sciopero per l’ambiente e divenuta il simbolo della rivoluzione tra le nuove generazioni, gli studenti della penisola sorrentina si sono confrontati sulla tematica d’attualità in classe e durante il seminario, interrogandosi sui piccoli gesti quotidiani fattibili nell’immediato. «Alla base di ogni nostra scelta a favore dell’ambiente – ricorda il Presidente dell’associazione Aria Nuova, Michele Guglielmo – c’è un doveroso scrupolo di coscienza, ma programmare azioni concrete di cambiamento è compito degli amministratori e dei dirigenti, quelli di oggi che voi magari votate, e quelli di domani che potrete essere voi un giorno».

Seguici anche su Facebook e Instagram

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Follow by Email
Facebook
Facebook