Archivio dei tag aria nuova

La tua idea per il turismo: leggi il progetto e commenta

Dal confronto al progetto: il videoforum, durante il quale il Presidente dell’Associazione Aria Nuova Piano di Sorrento, Michele Guglielmo, ha esposto idee e suggestioni sul tema del turismo, diventa opportunità per l’intero territorio sorrentino e amalfitano.

Dalla discussione del 6 maggio 2020 e nel lavoro successivo curato da Roberta Calbi e dallo stesso Michele Guglielmo e Massimo Anselmo, è venuta fuori una vera e propria piattaforma.

Al seguente link è possibile leggere l’intero progetto per continuare il confronto e verificare come farlo andare avanti. VI INVITIAMO A LEGGERE CON ATTENZIONE E LASCIARE COMMENTI, CONTRIBUTI E IDEE qui: https://www.infinitimondi.eu/2020/05/21/dopo-il-videoforum-sul-turismo-una-piattaforma-per-larea-sorrentino-amalfitana-per-proseguire-con-liniziativa-21-maggio-2020/

Per ogni altro tipo di confronto puoi trovarci anche sulla pagina facebook Aria Nuova Piano di Sorrento

Megatrend del turismo: 10 cose da sapere

Identificati i 10 trend globali che influiranno sullo sviluppo del settore turistico nel medio e lungo termine. Tra di essi, i primi cinque non andranno soltanto a condizionare in modo significativo la domanda del settore turistico ma anche a produrre un forte impatto sulla seconda cinquina di trend riguardante i cambiamenti che stanno interessando l’offerta all’interno del settore. Insieme, tali trend rappresentano le forze che plasmeranno il futuro del turismo.

È chiaro a tutti come il turismo sostenibile non possa prescindere dalla partecipazione consapevole di tutti i portatori di interesse così come da una leadership forte in grado di garantire un’ampia partecipazione e la formazione di un ampio consenso. Quello che porta alla nascita di un turismo sostenibile è un processo senza soluzione di continuità che richiede un costante monitoraggio degli impatti e l’adozione delle necessarie misure preventive e/o correttive ogniqualvolta se ne identifichi la necessità.

CONTINUA A LEGGERE: SCARICA IL PDF

Cosa vogliono i Millennials? Rispondono gli Hotel

Cosa vogliono i Millennials? Gli hotel sono giunti alla conclusione che tre sono le cose che i turisti millennial desiderano fondamentalmente: esperienze personalizzate, praticità digitale ed informazioni ad hoc sui social network.

Il Canopy di Hilton, il Moxy di Marriott o l’Element di Starwood sono solo alcuni esempi di come le catene alberghiere tradizionali stiano cercando di venire incontro ai gusti ed alle aspettative dei giovani adulti nati e cresciuti nell’era di Internet. Persino la catena Best Western, nota per l’accessibilità dei prezzi dei propri hotel, ha annunciato di avere in programma il lancio di un nuovo brand chiamato “GLo” che proporrà agli ospiti camere di piccole dimensioni a prezzi contenuti con connessione Internet ad alta velocità gratuita.

Secondo una ricerca Phocuswright, 7 diciotto-trentaquattrenni su 10 hanno fatto almeno un viaggio di piacere nel corso del 2014; e pur spendendo in media, ogni anno, appena meno (3.217 dollari) dei loro omologhi più “vecchi” (3.381 dollari), i viaggiatori millennial tendono comunque a viaggiare in modo più estemporaneo rispetto a questi ultimi. Quasi un quarto dei viaggiatori appartenenti alla generazione Y ha prenotato il proprio ultimo viaggio meno di una settimana prima della partenza, si legge nella ricerca Phocuswright.

CONTINUA A LEGGERE LO STUDIO: SCARICA IL PDF

La mostra sui Valloni ospite di “Meta Portoni Aperti 2019”

Questo weekend l’associazione Aria Nuova Piano di Sorrento sarà ospite della manifestazione Geografia Nascosta – Meta Portoni Aperti che si terrà nei casali di Meta e giunta alla sua VI edizione.

In uno dei portoni, tappa delle tipiche passeggiate guidate, verrà allestita la mostra sui Valloni della Penisola sorrentina che ha iniziato il suo tour per la costiera a Villa Fondi in occasione del convegno sulle forre tufacee, per poi partire alla volta degli istituti scolastici nell’ambito del progetto didattico.

Gli scatti sono di Luigi De Pasquale e in occasione di Meta Portoni Aperti verranno illustrati dagli studenti dell’Istituto polispecialistico San Paolo di Sorrento.

A questo link qualche informazione in più: Geografia Nascosta – Meta Portoni Aperti 2019 – VI edizione

Segui le attività dell’associazione Aria Nuova anche su facebook e instagram

«Global warming nel Mediterraneo: rischiamo la catastrofe». Le scuole incontrano l’oceanografo Giancarlo Spezie

Continua il progetto didattico dell’associazione Aria Nuova Piano di Sorrento. Con gli studenti della penisola sorrentina è stato affrontato stavolta il tema dei cambiamenti climatici e il relativo impatto sul Mediterraneo. A guidare nel focus scientifico, presso la biblioteca del Liceo classico, linguistico e delle scienze umane P. V. Marone, l’oceanografo e professore emerito dell’Università Parthenope di Napoli Giancarlo Spezie.

Prof. Giancarlo Spezie al Liceo P. V. Marone di Meta

«Il Mediterraneo è il mare più bello, vivo e ricco, ma allo stesso tempo uno dei più sensibili all’effetto serra – spiega l’esperto – È sostanzialmente un enorme lago e le correnti che provengono dallo stretto di Gibilterra non bastano a stabilizzare le temperature anomale».

Passando in rassegna l’evoluzione dei sintomi del global warming, il professor Spezie ha poi affrontato il fenomeno della tropicalizzazione che ha interessato inevitabilmente il Mediterraneo e l’intero globo terrestre: «Le prime segnalazioni del cambiamento climatico le abbiamo avute proprio a mare, ma non sono state prese sul serio né da enti, né da autorità né da istituzioni. Il pericolo più grave non è il disastro improvviso o l’aumento graduale delle temperature, ma una catastrofe lenta, frutto di anomalie nel sistema. Solo in tempi recenti la popolazione è divenuta più sensibile e attenta all’argomento, anche grazie alle manifestazioni dei giovani».

Sull’esempio della piccola Greta, quindicenne svedese salita agli onori della cronaca recentemente per il suo sciopero per l’ambiente e divenuta il simbolo della rivoluzione tra le nuove generazioni, gli studenti della penisola sorrentina si sono confrontati sulla tematica d’attualità in classe e durante il seminario, interrogandosi sui piccoli gesti quotidiani fattibili nell’immediato. «Alla base di ogni nostra scelta a favore dell’ambiente – ricorda il Presidente dell’associazione Aria Nuova, Michele Guglielmo – c’è un doveroso scrupolo di coscienza, ma programmare azioni concrete di cambiamento è compito degli amministratori e dei dirigenti, quelli di oggi che voi magari votate, e quelli di domani che potrete essere voi un giorno».

Seguici anche su Facebook e Instagram

123
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Follow by Email
Facebook
Facebook