Intervento di Alfonso Iaccarino

Intervento di Alfonso Iaccarino

Tavola Rotonda

“Il Turismo a Sorrento e nella Penisola Sorrentina nell’epoca del Covid. Quali Prospettive? Idee e Progetti”

Sorrento, 2 dicembre 2020

Ho accettato la nomina di Assessore al turismo perché ritengo che passare dai fornelli ad un impegno civico non rappresenta un problema, data la mia esperienza maturata in tanti anni di attività durante i quali ho avuto contatti con eminenti personalità appartenenti a molteplici rami dell’arte, della cultura, dello sport, della politica, dell’imprenditoria, dell’arte culinaria e così via.
Inoltre, conto molto sulla mia esperienza di viaggiatore curioso, attento e interessato. Ho visitato 96 paesi diversi e in alcuni di essi ho anche avviato, da imprenditore, delle attività.
Mi appresto a svolgere il mandato affidatomi dal Sindaco di Sorrento, Avv. Massimo Coppola, sul cui sostegno conto molto, con molta umiltà e con spirito di servizio. Non solo verso la Comunità sorrentina, alla quale mi sento legato fortemente perché Sorrento è sempre stata per me un punto di riferimento importante, ma a tutta la Comunità della Penisola a cui aggiungerei quelle di Positano e di Capri che sono intimamente legate al nostro territorio.
 
Il futuro del turismo si chiama ambiente e sostenibilità. Bisognerà avere quindi cura del territorio e delle sue bellezze che costituiscono poi, la nostra vera ricchezza.
Il mio intendo è di applicare la politica delle tre A: Ambiente, Agricoltura, Artigianato.
Curare quindi la pulizia del mare, recuperare i sentieri, eliminare i rumori e preservare la salubrità dell’aria.
 
Rilanciare l’Agricoltura facendo ripartire le piccole aziende incentivando i mercatini settimanali; recuperando i terreni – agrumeti e oliveti soprattutto; ripristinando la pastorizia nelle zone collinari. Operazione questa, intesa come azione importante a sostegno del mantenimento degli equilibri della natura.
 
Sostenere l’Artigianato locale, che da sempre ha rappresentato un valore eccellente per il turismo sorrentino.
 
La dieta mediterranea oggi costituisce un grande richiamo a livello mondiale. Quindi rappresenta una potenziale ricchezza per il nostro turismo. Bisogna quindi curare questo valore e tenerlo in grande considerazione.
 
Occorrerà infine, occuparsi della formazione del personale addetto alle attività del turismo. Fare comprendere ai giovani che entrare nel mondo del turismo rappresenta una garanzia per il loro futuro. Bisognerà formarli e fare in modo che effettivamente trovino in questa attività il loro futuro. Si impone quindi la de-stagionalizzazione del turismo per far sì che essi percepiscano una paga onorevole.
Per la de-stagionalizzazione penso di partire da subito, con la l’organizzazione di una paio di eventi a livello nazionale e internazionale.
 
Voglio soffermarmi sul problema dell’accesso alla penisola Sorrentina e alla viabilità interna. Per l’accesso, vedo positivo l’uso di treni speciali che colleghino Napoli a Sorrento e vv.vv. mentre per la viabilità interna vedo utile l’estensione dell’uso dei mezzi a trazione elettrica.
 
Concludo ricordando che dopo ogni cris,i c’è sempre stata una forte ripresa del turismo. Bisogna quindi essere vigili per non farsi sorprendere dall’improvvisa ripresa delle attività.
 
Infine ognuno, ogni semplice cittadino, ogni imprenditore, piccolo o grande che sia, deve farsi carico delle proprie responsabilità e attivarsi per contribuire alla ripresa socio-economica del territorio.
Ciascuno ha un dovere da compiere. Non è lecito aspettarsi sempre tutto dalle Istituzioni.

Alfonso Iaccarino 

Assessore al Turismo, Cultura e Agricoltura al Comune di Sorrento

arianuovapianodisorrento

Lascia una risposta

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Follow by Email
Facebook
Facebook