Intervento di Gino Acampora

Intervento di Gino Acampora

Tavola Rotonda

“Il Turismo a Sorrento e nella Penisola Sorrentina nell’epoca del Covid. Quali Prospettive? Idee e Progetti”

Sorrento, 2 dicembre 2020

Situazione senza precedenti, difficile fare previsioni, ma il vaccino certamente aiuterà, darà fiducia; adesso bisogna valutare i tempi, tra produzione, acquisto e distribuzione.

Il Virus ha purtroppo inciso in tutto il mondo ed ha toccato sia l’aspetto sanitario che economico.

È fondamentale dare tranquillità sanitaria per chi viene in vacanza adottando un protocollo unico.

Fare sistema, valorizzare il territorio, attivare molte azioni comprensoriali (da Vico a Massa Lubrense, tipo piano traffico, gestione rifiuti, politica turistica) e puntare sul progetto green,  avendo Alfonso Iaccarino come pilastro per questo progetto. Alfonso è una risorsa ed un grosso valore aggiunto.

Previsione di ripresa: 2021 e forse anche 2022 di transizione; nel 2023 si dovrebbe avere l’effettiva ripresa. Raggiungere nel 2021 il 50% del fatturato 2019 sarebbe già un bel risultato.

Fondamentale ruolo APT Napoli ai quali va dato grosso merito per i risultati degli ultimi anni; 110 destinazioni collegate con voli diretti; notizia positiva è lo sblocco dei lavori per l’Aeroporto Salerno Costa di Amalfi, che creerà un sistema Aeroportuale campano gestito dalla Gesac, sarà un grosso aiuto per la crescita futura.

Grande problema è l’eccessivo numero di posti letto attuale, oltre 30.000 tra Alberghiero ed extra, ha inciso purtroppo la crescita senza controllo dell’Extra alberghiero per il quale è necessaria una giusta regolamentazione.

Rischio di scatenare una guerra tra poveri, con abbassamento delle tariffe che creerebbe grande danno difficile da recuperare.

Verificare anche la posisbilitò di eliminare il vincolo alberghiero per gli Alberghi che non hanno più motivo di esistere e non sono più competitivi.

Mercato USA in difficoltà, ugualmente quello UK con l’aggiunta del problema Brexit oltre a quello sanitario.

Mercato domestico ha limiti sulla qualità della clientela e mostra problemi effettivi (concentrazione del lavoro su week-end, festivi ed agosto, quindi senza continuità), poi la maggior parte degli alberghi in zona sono strutturati per Turismo internazionale, molti alberghi hanno carenza di parcheggi – i locali arrivano quasi tutti in auto – spiagge con limitazioni.

Progetto scuola di alta formazione a Sorrento, studio di fattibilità già fatto.

Dipendenti stagionali, grandissimo problema, la maggior parte hanno lavorato solo pochi mesi e non avranno la copertura naspi per buona parte del periodo invernale,  problema sociale, per molti difficoltà a mettere il piatto a tavola.

Confusione di competenze tra stato centrale e regioni (qualche volta anche Sindaci).

Presentarsi alle istituzioni uniti e non divisi tra le varie categorie del turismo. La cosa crea confusione e spesso anche imbarazzo.

Gino Acampora

Albergatore e agente di Viaggi

arianuovapianodisorrento

Lascia una risposta

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Follow by Email
Facebook
Facebook